Palermo Rainforest

Si è svolto a Villa Forni, all’interno del Parco Ninni Cassarà di Palermo, il LivinvgLabCamp 2012. E’ stata una buona opportunità per i cittadini e le imprese presenti sul territorio, assieme a tutti coloro che lavorano all’interno delle amministrazioni pubbliche, di esprimere le proprie idee e scambiarle con coloro in possesso di quelle tecnologie che possano contribuire a realizzarle.

Il messaggio centrale del LivingLabCamp Palermo è stato “La co-creatività per la rinascita di Palermo”. Sono state presentate iniziative di innovazione partecipata, sopratutto su temi quali: agricoltura e verde urbana, mobilità sostenibile, e-democracy e partecipazione, acqua e energia, Open Data, cultura e turismo, ecc.
La struttura della giornata ha favorito la costituzione di gruppi inter-disciplinari sui diversi temi con un confronto costruttivo tra idee per progetti e servizi innovativi ed i modi in cui le nuove tecnologies possono contribuire alla loro realizzazione.

La mia presentazione ha proposto la costituzione di un polo di innovazione e creatività, composto da sole associazioni autonome per lo startup digitale nella città di Palermo, con l’obiettivo di accelerare l’innovazione provando a creare un ecosistema di soggetti (imprese, startup, eventi, evangelist, ecc.) creando un tessuto connettivo simile a quello che esiste nella Silicon Valley.

Oltre allo storico articolo di Paul Graham “How to be Silicon Valley” ho presentato il modello Rainforest sviluppato da Victot Hwang e Greg Horowitt, quest’ultimo è intervenuto ieri a Roma all’evento “Italian Rainforest“, organizzato da Working Capital.

Le energie imprenditoriali, sociali, culturali del territorio saranno coinvolte il 4 luglio alle 20, per un primo momento di incontro e per la definizione degli obiettivi.

Pubblicato in News Taggato con: ,